Luglio

Avevo otto anni, vivevo a Catania e portavo la maglietta a righe. Era un’afosa giornata di luglio. Stavo tornando a casa e per raggiungere la mia abitazione dovevo passare da piazza Duomo. Arrivato là, gli occhi mi cominciarono a lacrimare, vedevo che nella vicina piazza Stesicoro stava accadendo qualcosa. Prosegui e percorrendo via Vittorio Emanuele, giunsi a casa. Tante persone erano in … Continua a leggere

Dalli al comunista

    Nella prefazione alle poesie di Pessoa Saramago scrive: “Ci si può attendere molto dalle figure che appaiono negli specchi, tranne che parlino”. E’ questa la sorte dei morti. Non potersi difendere dagli attacchi. Saramago non potrà controbattere all’Osservatorio Romano che l’ha attaccato duramente come intellettuale e come uomo. Ma ai morti non di doveva la carità? E questa … Continua a leggere

Via i lucchetti dell’amore

Via i lucchetti dell’amore dal ponte dell’Accademia!. Via le inserzioni degli studenti che rimepiono i muri di Venezia. Via! Diamine! Qui bisogna ridare decoro alla città. Cosa potrebbero dire i turisti, quelli su cui si regge buona parte l’economia veneziana? Forse bisgnerebbe chiederlo ai turisti se bigliettini e lucchetti danno loro fastidio. Che importa se a Londra e in altre … Continua a leggere

Sono stufo di Montalbano

E’ già in testa alle classifiche dei libri più venduti. Camilleri con il nuovo Montalbano (La caccia al tesoro) domina di nuovo la scena letteraria. A quale episodio del commissario di Vigata siamo arrivati? Non importa. Non lo leggerò. Sono stufo di Montalbano che non fa l’amore con Ingrid, che non prende una decisione definitiva su Livia. Spero che questa … Continua a leggere

Cabaret Darling

La cubista si è tolta il minuscolo perizoma. Adesso è completamente nuda, fiera delle sue forme. Io sono al secondo Cuba Libre della serata. La ragazza ha finito il suo numero. Si riveste e poco dopo me la ritrovo al mio tavolo. “Cosa prendi?” le chiedo. “Quello che bevi tu”. Terzo Cuba Libre per me, primo per Lenka. Mi ha … Continua a leggere

Adriano for mayor

E se Adriano Celentano si candidase davvero a sindaco di Milano? Già meli immagino i vari Cicchitto, Bersani e soci. Griderebbero che ha vinto il qualunquismo e l’antipolitica. Fuori dalla casta non c’è salvezza. Eppure sarebbe una scelta dirompente che segnerebbe la vera discontinuità con il conformismo che regna in politica. Largo ai giovani si è detto. E chi sarebbero … Continua a leggere

Bravo senatore

E bravo il senatore del Pdl Giorgio Rosario Costa che ha presentato un ddl per far cominciare le scuole il 30 settembre. Felici gli alunni e felici gli albergatori. A questo senatore però non hanno detto che il calendario scolastico lo stabiliscono le Regioni. E allora? Tanto rumore per nulla. Al senatore Costa un po’ di educazione civica non farebbe … Continua a leggere

Parrella: una delusione

Mi piace come scrive Valeria Parrella. Mi piace il suo modo di costruire storie e di stare sulla pagina. Mi piace anche la sua visione “partenopea” della letteratura. Detto questo però devo dire della delusione quando ho finito di leggere il suo ultimo romanzo ma quale amore (Rizzoli, pp. 122, Euro 15). Ho l’impressione che non funzioni niente. Nè la … Continua a leggere

Mi presento

Eccomi su questa piattaforma. Sono reduce da un’altra piattaforma che a breve chiuderà e perciò ho deciso di traslocare. Quello che mi chiedo è se ancora ha senso scrivere su un blog. Altre forme di comunicazioen incalzano, twitter, facebook. Esse sono più veloci e anche più incisive. Senz acontare che raggiungono più persone. Il blog non può essere comunque un … Continua a leggere